La politica dei 140 caratteri

Sull’Espresso oggi in edicola (il NonSoloCyber questa settimana toccava a me), una riflessione su come parte importante della conversazione politica americana si sia spostata su Twitter.

Trascrivo un passaggio, approfittando per linkare la fonte:

«Rispetto alle ultime elezioni presidenziali, Twitter è cresciuto molto e sta assumendo un ruolo centrale nel dibattito politico americano. “L’ultima campagna” ha commentato Garance Franke-Ruta, senior editor dell’Atlantic, “era stata incentrata soprattutto sui blog e sull’importanza crescente del giornalismo online. Quest’anno invece il ruolo di Twitter è determinante, perché buona parte delle conversazioni si è spostata lì. A partire da quelle degli insider”.

Il Guardian, riportando le parole di Franke-Ruta, nota l’importanza di Twitter anche durante i confronti tra i candidati. E mette nell’occhiello un concetto interessante: “il dibattito politico si sta muovendo dal ciclo di 24 ore delle notizie a quello dei 140 caratteri di Twitter”. Il modo stesso in cui i candidati utilizzano il popolare social network è interessante. Quando, durante la convention repubblicana, Clint Eastwood ha fatto il suo discorso con la sedia vuota dell’invisibile Obama, lo staff del Presidente ha risposto in tempo reale. La foto postata su Twitter con la didascalia “questa sedia è occupata” ha fatto rapidamente il giro del mondo, rilanciata dai media tradizionali. Ma anche durante il primo dibattito televisivo tra i due contendenti, lo staff di Obama confutava in diretta le posizioni di Romney.

Twitter dunque è sempre più la fonte per i giornalisti e il luogo in cui si tende a far opinione. “Il rischio”, nota Stepehen Mills sul Guardian, “è che questa tendenza possa portarci verso una politica più veloce ma anche di qualità più bassa”»

L’Espresso, La sfida politica ora è su Twitter, non online.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>