Inizia l’era del Cyberpunk (O almeno Facebook, Google e Sony ci stanno provando)

bruce In 140 caratteri: «Stiamo davvero andando verso Matrix?»
Tweet this!

«Solo io», mi scriveva -scherzando- l’altro giorno Letizia via mail, «dopo l’acquisizione di Oculus da parte di Facebook, e anche ripensando al tuo ultimo pezzo su La Stampa, ho detto “Oasis è dietro l’angolo”?»

La notizia l’avrai letta di sicuro, poiché quasi non si parla d’altro. Se vuoi leggerla senza accattivanti riferimenti culturali, ma con sano pragmatismo da business, la trovi qui. Si punta a far soldini con la pubblicità ma, certo, «è anche una scommessa a lungo termine sul futuro».

Arriva il Cybepunk. O Matrix. O l’Holodeck di Star Trek.
È il tipo di notizia che sicuramente stimola l’immaginario collettivo. Paolo twittava stamattina che il «miglior titolo letto» sul tema è quello di Business Week: Facebook enters The Matrix.

Ma è affascinante anche il pezzo di Fast Company, in cui si suggerisce tra l’altro che stiamo entrando «nell’era del Cyberpunk» (Nella foto, un ritratto che ho fatto tempo fa a Bruce Sterling, uno dei padri del movimento).
È una lettura speculativa ma assai interessante. Non c’è dubbio che, mentre noi stiamo ancora appresso ai social media, stiamo entrando in una fase nuova. Ne parlavamo qualche giorno fa, ma l’occhiello dell’articolo lo ribadisce: «La tecnologia sta andando verso un nuovo modo di costruirci l’esperienza della realtà».
Il titolo è: Facebook, Google, And Sony Are Getting Ready To Fight A Cyberpunk War.

(Tra i riferimenti culturali che nessuno ha ancora tirato in ballo, credo, c’è Nirvana di Salvatores. Film capito relativamente poco all’epoca, ma molto avanti se riguardato oggi).

Cosa sta succedendo davvero.
Se vuoi farti un’idea precisa di quale sia il vero stato dell’arte, privato da immaginazione e speculazione, puoi leggere questo brillante post di The Verge. È il racconto di un’esperienza molto forte e delle domande che ne conseguono: Virtual reality made me believe I was someone else.

Ma, soprattutto, goditi questo preciso e divertente pezzo di Jeffrey Grubb che fa il paragone tra le tecnologie esistenti, Matrix e Star Trek. Ti insegnerà molto su dove siamo e ti rassicurerà su dove andiamo. Anche se il titolo bluffa un po’: Project Morpheus and Oculus Rift are more like ‘The Matrix’ and the holodeck than you think

Questa voce è stata pubblicata in Business, Digital literacy, Future. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

One Response to Inizia l’era del Cyberpunk (O almeno Facebook, Google e Sony ci stanno provando)

  1. Pingback: La macchina per trasformarsi in un'altra persona | Neuromancer

I commenti sono stati chiusi.