Due etti di Shirky e uno di Rheingold

La destrutturazione del concetto di libro, di cui abbiamo ampiamente parlato, procede spedita. Con DynamicBooks di MacMillan (uno dei Big Six, i sei grandi gruppi editoriali americani) si possono acquistare singoli brani di un volume e costruire una playlist per farne un libro di testo. «Di fatto un professore può entrare nella piattaforma, scegliere i capitogli che gli interessano, rimuovere le parti che non lo convincono e assembrarsi il suo materiale didattico». E McGraw-Hill ha avviato il suo programma per vendere singoli capitoli invece che libri interi (un po’ come iTunes con le canzoni ha invecchiato gli album).

Se non altro è (forse) la fine di quei libri che ripetono per 150 pagine lo stesso concetto, solo per riempire il volume. Ed è uno dei primi vagiti del libro senza vincoli di formato e/o di lunghezza. Ne parlano MediaBistro (Macmillan to Sell Cutomizable eTextbooks) e Publisher Weekly (McGraw-Hill Starts Selling Chapters).

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>