Con i se e con i ma la storia non si fa

Tuttavia, se Cuil dovesse affermarsi e arrivare in fretta ad una buona rilevanza nella restituzione dei risultati, potrebbero cambiare molte cose nella topografia del web. A partire dall’importanza dei link e dalle logiche di navigazione.

Per ora il principio di funzionamento mi piace molto, la logica di ricerca anche. E la presentazione dei risultati è spettacolare, anche se richiede nuove abitudini cognitive. Molti sono scettici, perchè Google è un gigante, una media-company totale. Ma forse Cuil contiene quel tipo di innovazione nel search di cui la rete di oggi ha bisogno per crescere, dopo anni di piccoli rinnovamenti. Ci vorrà tempo perchè i risultati di ricerca comincino ad essere davvero utili (soprattutto in italiano), però conviene seguire con attenzione.

Se vuoi saperne di più: Punto Informatico, Repubblica, Corriere.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>